Preparazione alla visita oculistica

L’esame oculistico si avvale oggi di una vasta gamma di strumentazioni che consentono un esame superficiale e approfondito dell’occhio dal punto di vista morfologico e funzionale. Numerose patologie sistemiche, come il diabete, l’ipertensione o patologie di interesse neurologico, sono strettamente correlate all’esame della vista che in molti casi, ne consente la prima diagnosi.

E’ molto importante che il paziente ricordi alcune informazioni, necessarie per la corretta esecuzione di una visita oculistica:

  • I portatori di lenti a contatto devono togliere le lenti almeno 36 ore prima della visita

  • I pazienti che desiderano sottoporsi a visita oculistica per essere sottoposti poi a trattamento refrattivo con laser ad eccimeri per miopia, astigmatismo o ipermetropia, devono togliere le lenti a contatto 30-40 giorni prima della visita

  • Portare con se sempre la documentazione relativa a stati patologici sistemici o la documentazione delle precedenti visite o interventi oculistici subiti.

In alcuni casi, durante una visita oculistica, potrebbe rendersi necessario instillare nell’occhio del paziente visitato, un collirio preposto alla dilatazione della pupilla per esaminare il fondo oculare. Questo collirio renderà la visione offuscata per circa 3-4 ore, pertanto è sempre consigliato farsi accompagnare, soprattutto se ci si sposta in auto.

Il tempo medio di una visita oculistica è di circa 15 minuti. I tempi si allungano nel caso in cui la visita necessiti di esami diagnostici più complessi, indispensabili per una diagnosi più precisa e per approntare un corretto approccio terapeutico clinico o chirurgico.

La visita ad un bambino necessita di un approccio diverso. (Vedi visita oculistica al bambino)

© Copyright michelerinaldi.net - All Rights Reserved. P.I. 07384151218
QualityJoomlaTemplates.com